Intervento del dottor Coimbra presso la Camera dei Deputati di Brasilia, la capitale federale del Brasile

La Commissione per la sicurezza sociale e della Famiglia (A Comissão de Seguridade Social e Família) discute il ruolo della vitamina D nella salute pubblica in udienza pubblica. Hanno partecipato al dibattito il dottor Feldman, il dott. Michael F. Holick, considerato uno dei maggiori esperti in materia e il dott. Cicero Coimbra, neurologo, professore della UNIFESP e anche ricercatore nell’ambito delle malattie del sistema nervoso e malattie autoimmunitari. Del lungo dibattito (circa 3 ore) qui viene postato un estratto, con sottotitoli (in italiano) dei soli interventi del dott. Cicero. Durata: cca 45 min.

Questa è una libera traduzione e non intende, in alcun modo, spingere i pazienti a iniziare il trattamento senza il parere di un medico specializzato. I rischi per la salute ci sono e possono essere anche GRAVI e IRREVERSIBILI. Le dosi indicate dal dott. Coimbra vengono sempre ricalcolate paziente per paziente durante la visita medica. Si declina ogni responsabilità per gli errori di concetto.

Il trattamento deve NECESSARIAMENTE essere fatto sotto controllo medico.

Più di 6 anni di trattamento contro la sclerosi multipla con la vitamina D

Sottotitoli in italiano ♥ Per attivare i sottotitoli, cliccare sul quadratino alla sinistra della rotellina.

Ana Claudia è una paziente affetta da sclerosi multipla da più di 6 anni. Ha conosciuto il Protocollo Coimbra poco dopo aver scoperto la sua malattia. ll suo dottore e’ Cicero Coimbra, neurologo, professore della UNIFESP e anche ricercatore nell’ambito delle malattie del sistema nervoso e malattie autoimmunitari. Proprio lei me ne parlò del protocollo Coimbra nel 2012.
Questa è un’intervista concessa al Vitamin D Council in cui parla dei suoi miglioramenti. Vitamin D Council e’ un’organizzazione non-profit il cui scopo e’ sensibilizzare il pubblico sulla carenza di vitamina D. Il dott. John Cannell, esperto di vitamina D, fondatore del Vitamin D Council conosce il lavoro del dott. Coimbra e mi fa piacere che abbia pubblicato il video. 6 anni di alte dosi di vitamina D senza effetti collaterali!

Aggiungo la storia di Nayra. Anche lei ha la sclerosi multipla e segue il protocollo Coimbra da piu’ di 10 anni, sotto stretto  controllo medico. 30.000 unita’ di vitamina D3 al giorno. Intervista realizzata da Daniel Cunha, giornalista e paziente di sclerosi multipla e beneficiario dello stesso trattamento.

Il dott. Coimbra ci spiega il suo trattamento ad alto dosaggio di vitamina D contro la SM

Sottotitoli in italiano ♥ Per attivare i sottotitoli, cliccare sul quadratino alla sinistra della rotellina.
Questa è una libera traduzione e non intende, in alcun modo, spingere i pazienti a iniziare il trattamento senza il parere di un medico specializzato. I rischi per la salute ci sono e possono essere anche GRAVIIRREVERSIBILI.  Le dosi indicate dal dott. Coimbra vengono sempre ricalcolate paziente per paziente durante la visita medica. Si declina ogni responsabilità per gli errori di concetto.

Il trattamento deve NECESSARIAMENTE essere fatto sotto controllo medico. In Italia sono presenti 2 medici che sono in grado di seguirlo: Dr. Augusto Pellegrini e il dott. Paolo Giordo.


Confronto tra il dott. Coimbra e un neurologo convenzionale sulla vitamina D e la sclerosi multipla

Appena sottotitolato ❤

Molto interessante questo confronto tra il dott. Coimbra e un neurologo convenzionale sulla sclerosi multipla.

Attivate i sottotitoli in italiano dal tasto in basso a destra. Durata video: 32 min.

Ad un certo punto e’ menzionato anche il video di Daniel Cunha: https://www.youtube.com/watch?v=qNYs65dStcI

L’impatto dello stress sulle malattie neurodegenerative, tra cui la SM e Parkinson

Sottotitoli in italiano. Per attivare i sottotitoli, cliccare sul quadratino alla sinistra della rotellina. 

Durata video: 35 min.

“Oggi noi sappiamo che si formano nuove cellule e che la formazione di queste cellule nervose dipende dalla tranquillità delle emozioni e questo è il fattore base e fondamentale. Lo stress continuo, sofferenze e depressione, sono cose che bloccano la formazione dei nuovi neuroni e la sostituzione dei neuroni persi e promuovono l’invecchiamento del tessuto nervoso e la predisposizione dell’individuo a sviluppare malattie neurodegenerative come Parkinson o Alzheimer. Chi ha una vita tranquilla, di fronte ai problemi che ha e che si pone ad affrontare i problemi mantenendo serenità e tranquillità, dicendo a se stessi che si deve fare quello che si riesce e farlo bene, ma soprattutto senza esasperazione. Devo sapere che i problemi hanno la tendenza a risolversi e che i problemi ci saranno sempre, perché tutti abbiamo problemi, ma devo saper affrontare i miei problemi, mantenendo la calma. E questo è un fattore fondamentale nella prevenzione di malattie neurodegenerative del tessuto nervoso e anche di malattie autoimmuni, malattie dove il sistema immunitario aggredisce il proprio organismo”- Cicero Coimbra, neurologo, professore della UNIFESP e anche ricercatore nell’ambito delle malattie del sistema nervoso e malattie autoimmunitari.