L’impatto dello stress sulle malattie neurodegenerative, tra cui la SM e Parkinson

Sottotitoli in italiano. Per attivare i sottotitoli, cliccare sul quadratino alla sinistra della rotellina. 

Durata video: 35 min.

“Oggi noi sappiamo che si formano nuove cellule e che la formazione di queste cellule nervose dipende dalla tranquillità delle emozioni e questo è il fattore base e fondamentale. Lo stress continuo, sofferenze e depressione, sono cose che bloccano la formazione dei nuovi neuroni e la sostituzione dei neuroni persi e promuovono l’invecchiamento del tessuto nervoso e la predisposizione dell’individuo a sviluppare malattie neurodegenerative come Parkinson o Alzheimer. Chi ha una vita tranquilla, di fronte ai problemi che ha e che si pone ad affrontare i problemi mantenendo serenità e tranquillità, dicendo a se stessi che si deve fare quello che si riesce e farlo bene, ma soprattutto senza esasperazione. Devo sapere che i problemi hanno la tendenza a risolversi e che i problemi ci saranno sempre, perché tutti abbiamo problemi, ma devo saper affrontare i miei problemi, mantenendo la calma. E questo è un fattore fondamentale nella prevenzione di malattie neurodegenerative del tessuto nervoso e anche di malattie autoimmuni, malattie dove il sistema immunitario aggredisce il proprio organismo”- Cicero Coimbra, neurologo, professore della UNIFESP e anche ricercatore nell’ambito delle malattie del sistema nervoso e malattie autoimmunitari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...